FacebookTwitterGoogle BookmarksLinkedin

LE NUOVE DIPENDENZE
NEW ADDICTIONs


DEFINIZIONE

Le nuove dipendenze (new addictions) comprendono tutte quelle nuove forme di dipendenza in cui non è implicato l’uso di alcuna sostanza chimica.

L’oggetto della dipendenza è un comportamento o un’attività lecita o socialmente accettata come lavorare, fare acquisti, navigare su internet, giocare ecc ma portati ad un eccesso.

Negli ultimi anni si è assistito ad un’enorme diffusione di queste dipendenze comportamentali, tanto da suscitare l’interesse della letteratura scientifica e richiedere la creazione e disponibilità di metodi di cura e terapia efficaci.

Alonso-Fernandez (1999, S.I.I.Pa.C, 2004) sostiene che le nuove forme di dipendenza sono agevolate dall’innovazione tecnologica e dalla nuova civiltà che, da una parte genera stress, vuoto e noia; e dall’altra stimola la tendenza all’immediata gratificazione fornendo sempre gli strumenti appropriati (creazione di bisogni e dei mezzi adatti per soddisfarli). Da questi studi emerge che il progresso tecnologico ha modificato non solo le abitudini delle persone, ma anche il loro modo di esprimersi e comunicare in situazioni sia normali che patologiche.

Con il termine inglese “addiction” s’intende definire una condizione generale in cui la dipendenza psicologica spinge alla ricerca dell’oggetto, senza il quale l’esistenza perde il suo significato primario. Nel caso delle nuove dipendenze si può parlare dello sviluppo dell’addiction senza “dependence” (dipendenza fisica e chimica, condizione in cui l’organismo necessita di una determinata sostanza per funzionare). Si tratta perciò, in questo caso, del bisogno imprescindibile di mettere in atto dei comportamenti significativi, in assenza di una dipendenza fisica vera e propria (Cesare Guerreschi, 2005).


INTERAZIONI CON IL RITIRO SOCIALE

Il fenomeno giapponese degli Hikikomori, da noi declinato più spesso anche in forme meno estreme di ritiro sociale, è l’emblema dell’uso distorto di internet: da utile strumento di comunicazione, di lavoro, svago e socializzazione, in demiurgo di un mondo parallelo e alternativo a quello reale, che mitiga (adattamento) o porta verso (rinforza) la chiusura nei confronti del mondo esterno, amplificando i disagi relazionali e personali del soggetto.

"Hikikomori" : in giapponese significa letteralmente ‹‹ stare in disparte, isolarsi ››
con questo termine i giapponesi indicano coloro che si ritirano dalla vita sociale e in particolare il Ministero della Salute giapponese definisce hikikomori coloro che si rifiutano di lasciare le proprie abitazioni per un periodo che supera i sei mesi.

In questo caso, la dipendenza conduce ad un ritiro verso sé stessi e provoca uno spostamento energetico verso l’oggetto della dipendenza stessa (investito di particolari significati) e un conseguente ritrarsi (disinvestimento energetico) dalla vita sociale e relazionale.

Ogni dipendenza patologica contiene aspetti psichici e comportamentali, che possono avere radici sia individuali che sociali.

Addiction” : il termine ignlese deriva dal latino “addictus” che fa riferimento ad una condotta attraverso cui un individuo viene reso schiavo.

Nel caso delle nuove dipendenze questa “schiavitù” rappresenta per l’individuo una illusoria modalità per bypassare la sofferenza psichica e la consapevolezza dei propri stati interiori. Attraverso soprattutto le esperienze tecnologiche virtuali (internet, giochi di ruolo ecc.) abbiamo il trionfo della volontà di potenza del soggetto-protagonista, che nelle fantasie degli scenari e nell’iperstimolazione  sensoriale perde ogni limite e finalmente  percepisce il tutto come permesso e possibile, superando così momentaneamente i propri disagi interiori.


DIPENDENZE COMPORTAMENTALI

Le dipendenze variano storicamente anche in relazione ai cambiamenti sociali, culturali e tecnologici e hanno caratteristiche diverse da quelle tradizionali del secolo scorso (uso di droghe, alcol ecc.). Tuttavia, possiamo riscontrare alcuni elementi comuni tra le dipendenze comportamentali e quelle determinate dall’uso di sostanze:

  • Impossibilità a resistere all’impulso di mettere in atto il comportamento (compulsività).
  • Sensazione crescente di tensione che precede l’inizio del comportamento (craving).
  • Piacere o sollievo durante la messa in atto del comportamento.
  • Percezione di perdita di controllo.
  • Persistenza del comportamento nonostante la sua associazione con conseguenze negative.


I rapidi cambiamenti della società e lo sviluppo delle tecnologie dei new media hanno condotto ad identificare un numeroso e variegato gruppo di dipendenze sociali o legali, classificabili nella definizione delle “nuove dipendenze”, tra cui:


> LE DIPENDENZE TECNOLOGICHE

>> DIPENDENZA DA TELEFONINO

>> DIPENDENZA DA VIDEOGIOCHI

>> DIPENDENZA DA INTERNET

E TRA LE FORME DI DIPENDENZA DA INTERNET:

>>>  DIPENDENZA DA RELAZIONI VIRTUALI

>>>  GIOCO D’AZZARDO ON LINE

>>>  DIPENDENZA DA ECCESSIVE INFORMAZIONI

>>>  CYBERSESSO: DIPENDENZA DA SESSO VIRTUALE


> LE DIPENDENZE AFFETTIVE

> GIOCO D'AZZARDO PATOLOGICO

> DIPENDENZA DA LAVORO

> SHOPPING COMPULSIVO

> RITIRO SOCIALE E SINDROME HIKIKOMORI


Centro Hikikomori - Milano - Settembre 2012